Chi siamo | Contatti | Mappa del sito | English

Orientamento

SIMPLER offre informazioni e supporto per la partecipazione ai programmi europei di R&ST (7°PQ, ecc.) attraverso newsletter dedicate, seminari, workshop e info days.

Attraverso incontri individuali è inoltre possibile avere una consulenza sulle call aperte per indentificare quella più indicata per la propria idea progettuale e fare una verifica preliminare della proposta.

Pubblicati i primi bandi per progetti di ricerca ed innovazione del programma Horizon 2020: indicazioni per la partecipazione

La Commissione Europea lo scorso 11 dicembre ha dato avvio operativo ad Horizon2020 con il lancio delle call (inviti a presentare proposte) per le diverse tematiche ricomprese nei tre pilastri (Eccellenza della scienza, Leadership industriale, Sfide Sociali) in cui si articola Horizon.
Complessivamente il budget stanziato dalla Commissione per il biennio 2014-205 è di circa 15 miliardi di euro di cui circa €7,8 mld per il 2014, cosi ripartiti :

  • Excellent Science: €3 mld, ( ricerca futura ed emergente, mobilità dei ricercatori ed infrastrutture)
  • Industrial Leadership: €1.8 mld ( sostenere la leadership industriale in settori chiave quali nanotecnologie, fotonica, manifatturiero avanzato,, robotica, biotecnologie e spazio)
  • Societal challenges: €2.8 mld ( affrontare 7 sfide sociali: salute, sicurezza alimentare e bioeconomia, energia; trasporti; clima e ambiente, società innovative ed inclusive, sicurezza)

Il primo passo del percorso di partecipazione ai bandi Horizon 2020 consiste nel verificare i contenuti delle call per individuare le tematiche più vicine alla propria idea progettuale e/o competenza.
Le opportunità in questa fase sono numerose ma vanno adeguatamente analizzate e selezionate; il documento di riferimento è il workprogramme.
I contenuti a cui devono rispondere le proposte sono declinati nel workprogramme secondo tre elementi :

  1. Specific challenge : definisce il contesto, il problema da affrontare, perché è necessario intervenire
  2. Scope: delinea la tematica che deve essre affrontata nel progetto, specifica il focus ed i confini
  3. Expected Impact: descrive l’impatto atteso dal progetto

Le diverse call ed i relativi contenuti e le date di scadenza, sono riportati nel “Research and Innovation Participant Portal” il portale europeo dedicato ad Horizon 2020.

Come regola generale i progetti di ricerca ed innovazione devono essere presentati da almeno tre organismi di tre paesi UE od associati. La qualità e credibilità del partenariato è un elemento importante nella valutazione della proposta che viene effettuata da esperti indipendenti nominati dalla Commissione Europea.

Il contributo comunitario per tutti partecipanti è del 100% dei costi diretti di ricerca per i progetti indicati nel workprogramme con la denominazione “ricerca ed innovazione“, e del 70% per i “progetti di innovazione“ (cioè progetti più vicini alla fase di industrializzazione), ai costi diretti si aggiunge un 25% forfettario di costi indiretti.

Una particolare attenzione è dedicata alle PMI sia in termini di risorse che dovranno essere allocate dal budget globale di Horizon, sia attraverso l’individuazione di tematiche più vicine alle esigenze e capacità delle PMI all’interno delle diverse call. A ciò si aggiunge un’importante novità rappresentata dal nuovo “Strumento per le PMI”. Questa misura prevede che una singola PMI con elevato potenziale di crescita ed innovazione in termini di prodotto/mercato possa ottenere contribuiti e supporto di esperti (coach) per lo sviluppo di un’idea progettuale fino alla fase di commercializzazione (quest’ultimo step non prevede contributi ma supporto e servizi).

Nell’ambito del progetto SIMPLER, gli esperti sono a disposizione delle imprese e dei centri di ricerca lombardi per informazioni e servizi gratuiti di supporto alla partecipazione ai bandi di Horizon 2020.